Bologna vanta una tradizione musicale così ricca da aver meritato la nomina dell’Unesco a Città Creativa della Musica, prestigioso riconoscimento che si fonda sulle eccellenze del passato e sulla ricchezza delle proposte del presente.

  • Basilica di San Petronio

    La più importante cappella musicale bolognese, quella di San Petronio, viene istituita nel 1436 da papa Eugenio IV e raggiunge fama europea.

  • Conservatorio Giovan Battista Martini

    E’ un’istituzione statale nata nel 1942 dall’antico Liceo Filarmonico ed intitolata all’erudito padre francescano bolognese Giovan Battista Martini.

  • Museo Internazionale e Biblioteca della Musica

    Il percorso espositivo, che si snoda attraverso le sale splendidamente affrescate di palazzo Sanguinetti, ripercorre circa sei secoli di storia della musica europea.

  • Accademia Filarmonica

    Nel 1666 viene fondata una corporazione di musicisti professionisti che riunisce illustri personalità musicali provenienti da tutta Europa.

  • Chiesa di Santa Maria dei Servi

    Tra i numerosi organi storici di Bologna menzione particolare merita l’organo a trasmissione meccanica, capolavoro del 1967.

  • Chiesa di Santa Cristina

    Nel 1247 le monache camaldolesi fondano a Bologna il Convento di Santa Cristina “della Fondazza”.

  • Basilica di San Domenico

    Qui è visibile il coro realizzato tra 1528 e 1551 da Frà Damiano da Bergamo.

  • Cantina

    La moda del jazz giunge in città verso la fine degli anni Trenta.

  • San Colombano, Collezione Tagliavini

    San Colombano è un complesso canonico costituito da una serie di edifici aggregati nei secoli, a partire dal 610 circa.

  • Convento di San Francesco

    In questo convento Giovan Battista Martini trascorre la sua vita di religioso e di erudito musicale e vi viene sepolto nel 1784.